Profumo de revolución!

La rivoluzione, a quanto pare, non avrà una propria linea di profumi.

Le fragranze dedicate al comandante guerrigliero Ernesto “Che” Guevara e al presidente venezuelano Hugo Chavez, sono state ritirate dal commercio. La loro vendita sarebbe una mancanza di rispetto verso i “simboli sacri”, secondo una dichiarazione del governo, pubblicata sul Granma, quotidiano del partito comunista cubano.

Il giorno successivo all’annuncio della presenza nei negozi delle fragranze rivoluzionarie a tema – denominate Ernesto ed Hugo -, le amministrazioni dell’isola  avrebbero criticato aspramente quella parte della società cubana statale accusata di aver cercato di guadagnare dalle immagini dei due uomini, emblemi di tutta l’America Latina.

“A causa di questo grave errore saranno prese appropriate azioni disciplinari”, si legge nella dichiarazione del Comitato esecutivo del Consiglio dei Ministri cubano. “E non saranno mai accettate, né dal popolo, né dal governo rivoluzionario, iniziative del genere.”

Dopo aver combattuto a fianco di Fidel Castro nella rivoluzione cubana, Guevara, nativo dell’Argentina, fu ucciso nel 1967 mentre organizzava una rivolta in Bolivia. Chavez, morto nel 2013, è stato un alleato chiave del governo cubano, rifornendo l’isola con milioni di barili di petrolio e con l’attuazione, nella nativa Venezuela, di quel socialismo di matrice cubana figlio della rivoluzione.

La Labiofam, il laboratorio con sede a La Habana, che ha prodotto le essenze, ha spiegato che l’idea dei profumi era semplicemente un omaggio a due personalità, quella denominata “Che” Guevara, è una colonia all’aroma di agrumi, rinfrescante e con un tocco delicato di legno e di talco. L’altra, in onore a Hugo Chavez, è di sapore più morbido e fruttato, con fragranza di mango e papaia.

Tutti i funzionari governativi cubani hanno già criticato le azioni delle imprese internazionali, ree di aver “abusato del celebre volto del “Che” per commercializzare di tutto, dalle magliette ai gruppi rock, fino alle automobili di lusso. Inoltre, l’amministrazione dell’isola ha reso noto che “nessuna delle famiglie dei due uomini ha approvato l’utilizzo e lo smercio dei loro nomi per una linea di colonie”, permesso che è stato loro concesso secondo il team di Labiofam che ha prodotto le fragranze.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s