Matrimoni da Nobel

May-Britt ed Edvard Moser sono la quinta coppia di scienziati che ha ricevuto il Nobel, il riconoscimento scientifico più importante del mondo. A loro il merito di aver scoperto le “cellule griglia”, una sorta di Gps che ci permette di orientarci avendo costantemente le coordinate spaziali del luogo in cui ci troviamo. Altri quattro coniugi li hanno preceduti durante il ventesimo secolo.

 

A volte la vincita è doppia. Come nel caso dei norvegesi May-Britt ed Edvard Moser partner nel lavoro come nella vita. Il Nobel per la Medicina quest’anno è stato loro oltre a John O’Keefe, studioso anglo-americano. Circostanza, quella della vittoria a due, preceduta da altri quattro esempi illustri del XX secolo, Partiamo a una delle famiglie più riconosciute nella storia della scienza: la Curie.

Pierre Curie e Marie Curie (Nobel per la Fisica, 1903)

Non potevano essere altro che i Curie, Pierre (Parigi, 1859) e Marie (Varsavia, 1867), ad introdurci nella tradizione del matrimonio che si aggiudica il Nobel.  Nel 1903, la coppia insieme ad Antoine Henri Becquerel (Parigi, 1852) viene premiata “in riconoscimento dei servizi straordinari che essi hanno reso nella loro ricerca sui fenomeni radioattivi”. Nel 1911, Marie raddoppia ed ottiene il Nobel per la Chimica  “in riconoscimento dei suoi servizi all’avanzamento della chimica tramite la scoperta del radio e del polonio, dall’isolamento del radio e dallo studio della natura e dei componenti di questo notevole elemento”.

.Frédéric Joliot e Irène Joliot-Curie (Nobel per la Chimica, 1935)

Il Nobel, come un testimone di staffetta, passa alla generazione successiva. È infatti Irène Joliot-Curie (Parigi, 1897), figlia della coppia, e suo marito, Frédéric Joliot (Parigi, 1900) che ripetono l’impresa. Trentadue anni dopo i coniugi vincono il Nobel per la Chimica per la scoperta della radioattività artificiale.

 Gerty Theresa Cori e Carl Ferdinand Cori (Nobel per la Medicina, 1947)

“Per la scoperta del processo di conversione catalitica del glicogeno”. Ossia per come il nostro corpo metabolizza gli zuccheri e quali ormoni ne regolano il processo. Carl Ferdinand Cori (Praga, 1896) e Gerty Theresa Cori (Praga, 1896), prima donna a vincere il Nobel per la Medicina, condivisero il premio con il fisiologo argentino Bernardo Alberto Houssay (Buenos Aires, 1887).

Alva Myrdal e Gunnar Myrdal (Nobel Economia 1974, Nobel per la Pace, 1982)

L’ultima coppia prima dei Moser è stata anche l’unica a ricevere i premi separatamente. Gunnar Myrdal (Skattungbyn, 1898) lo vinse nel 1974 insieme a Friedrich August von Hayek (Vienna, 1899) per l’Economia per il suo “lavoro pionieristico” che collega alla teoria del denaro quella dell’interdipendenza tra la società, l’economia e le istituzioni. Myrdal, però, fu tra coloro che proposero l’abolizione del Premio ma, per uno scherzo del destino, otto anni più tardi, lo vinse proprio sua moglie. Alva Myrdal (1902, Uppsala), infatti, ebbe il Nobel per la Pace nel 1982 – insieme ad Alfonso García Robles (Zamora, 1911) – per il suo impegno a favore del disarmo.

Giovanna Scatena

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s