Memorie di un vecchio giardiniere – Arkell Reginald

È un libro che deve avere il suo spazio nella vostra libreria (o se preferite tra quelli che arricchiscono il vostro e-book). Lo dico perché la lettura è molto piacevole e le pagine scorrono da sé. Alla fine, il tempo dedicato al romanzo, vi confermerà una passione, quella del giardinaggio, o vi lascerà in dono la curiosità di saperne di più su piante e fiori. Come attesta il titolo italiano, Memorie di un vecchio giardiniere (originale Old Herbaceous,1950), si torna indietro nel tempo e si ripercorre la vita di Herbert Pinnegar che, da orfano e insicuro qual è – a causa di una gamba più corta dell’altra – diventerà capo giardiniere nel parco della Grande Villa, proprietà di una Lady che lo prenderà sotto la sua protezione. Nel lungo percorso di crescita professionale, Bert sarà giudice stimato delle competizioni florovivaistiche più importanti della Contea, mago delle coltivazioni impossibili e demiurgo di specie floreali impensabili per il rigido clima inglese. Tra una pagina e l’altra, ci si affeziona sempre di più al Vecchio Gramigna, come verrà soprannominato, che ci accompagna attraverso i cambiamenti storici di una Nazione, dal periodo vittoriano a quello dei conflitti mondiali, regalandoci piccole perle di saggezza e preziosi consigli sulla cura di piante e fiori. Non mancano umorismo né buoni sentimenti: la capacità dei bambini di superare qualsiasi ostacolo, l’amicizia che sfida le convenzioni sociali e resta uno dei cardini più importanti nella vita di un uomo, l’attaccamento ai luoghi dell’infanzia, la tenacia nel perseguire un sogno e la passione e il sacrificio per realizzarlo, sono tutti ingredienti che contribuiscono in dosi delicate e lontane da fastidiose sdolcinatezze a fare del romanzo, una poesia in prosa. Lo consiglio a tutti, ricordandovi che «il mondo ha avuto inizio in un giardino» e «Che strana piega aveva preso la vita: non si sa mai cosa sia meglio per noi, in prospettiva, mentre è proprio il lungo termine che è importante». Parola di Vecchio Gramigna.

Advertisements

One response to “Memorie di un vecchio giardiniere – Arkell Reginald

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s